Deer and Doe's Lupin Jacket

Deer and Doe's Lupin Jacket

Last week, Deer and Doe released their new Spring-Summer 2016 patterns and I don't know about you, but I'm really, really excited by these three new designs, like I haven't been for a while. Meaning, I generally like almost anything coming from this brand (if you've ever read my blog, you'll know); but this time I want to sew multiple versions of every single pattern, which means I'm really in love.

Read More

Chambray Bruyère shirt


Size: 40 bust and waist, 42 hips
Alterations: I added sleeve tabs
Fabric: Locally purchased blue chambray

Last Summer, I have once again had the delightful chance to be a tester for Deer and Doe and to try their latest offering, the Bruyère shirt. It is a tunic-lenght shirt with a cinched waist and beautiful box pleats both on the front and on the back.

Although I love button-up shirts (and shirt collars and shirt dresses) and I wear them almost daily, I was initially a little perplexed by the length of Bruyère.
I know tunics are overall very popular (for some reason, I have the impression they are especially popular in France), but not in my wardrobe, because I tend to wear pants as rarely as I can, and when I do, it's NEVER skinny jeans or leggings. As you can see in these photos, I am rather evidently pear-shaped and I also have a big booty; I'm not extremely self-conscious of that, but I prefer not to display this area of my body too much (that's why I like dresses with a cinched waist and a full-ish skirt that hit above the knees).

For the sake of these photos, I decided to try something new and wear my Bruyère with leggings, but it's not something I'm likely to repeat soon. I mean, it is a really comfy outfit, it's just not me.

But luckily, Bruyère has proved to be pretty awesome with regular straight-leg jeans as well (maybe it just makes a bit less modern and youthful of an outfit this way), and I've been wearing it plenty this way. It really has been a great transitional garment for these first few weeks of Autumn, when it's very cold in the morning, then it gets warm in the central part of the day, and then it's cold again after sundown.

As per usual with Deer and Doe, I didn't need any fit adjustment (woohoo!). I added buttoned sleeve tabs (which I copied from Pauline Alice's Carme blouse pattern) because I always have my sleeves rolled up, but I found them redundant. Especially if you use a fabric with a bit of body like my chambray here, they stay up by themselves.

I found the construction of Bruyère particularly satisfying: it's not difficult (although I wouldn't recommend it to an absolute beginner), but it requires some precision and patience, which are a welcome challenge for someone a little more experienced. And if you like pretty insides, you can French seam the whole thing like I did and forget about serging or ugly zig zag stitch.

Of course, me being me, I could not resist the temptation to hack the pattern and make into a shirt dress, so that's the next finished thing you'll see around here (hopefully soon!).



Taglia: 40 per petto e vita + 42 per i fianchi
Modifiche: Ho aggiunto dei laccetti con bottone alle maniche per arrotolarle.

Tessuto: Chambray acquistato in un negozio locale.


Quest'estate, ho ancora una volta avuto la fortuna di fare da tester per Deer and Doe e di provare la loro ultima fatica, la camicia Bruyère. Si tratta di una camicia a lunghezza tunica, stretta in vita e con delle bellissime pieghe sia davanti che dietro.

Anche se amo le camicie (e i colletti da uomo, e gli abiti-camicia) e le porto quasi tutti i giorni, ero inizialmente un po' perplessa dalla lunghezza di Bruyère.
So che le tuniche in generale sono abbastanza apprezzate (specialmente in Francia, vero? O è solo una mia impressione?), ma non da me, poichè tendo ad indossare i pantaloni meno possibile, e quando lo faccio non si tratta MAI di skinny jeans o leggings. Come potete vedere anche in queste foto, sono fatta "a pera" in maniera abbastanza evidente, e inoltre ho un sedere importante; anche se ormai ho fatto pace con la mia predisposizione fisica, preferisco non mettere troppo in evidenza quest'area (ed è anche per questo che amo gli abiti con la vita stretta e la gonna ampia).

Per queste foto, ho deciso di provare qualcosa di nuovo e di mettere la mia Bruyère con dei leggings, ma non credo che lo rifarò presto. Certo, ero comodissima, ma a disagio e non mi sentivo "me".

Ma per mia fortuna, Bruyère si è dimostrata fantastica anche indossata con dei jeans a gamba dritta (forse in questo modo è solo un po' meno moderna e giovanile), e l'ho indossata parecchio con quest'abbinamento. E' davvero perfetta per la mezza stagione, in quelle giornate in cui la mattina fa freddo, poi inizia a fare caldo, e verso sera fa di nuovo freddo.

Come al solito con Deer and Doe, non ho dovuto fare alcuna modifica al modello (evvai!). Ho aggiunto dei laccetti abbottonati per tenere le maniche arrotolate, ma devo dire che sono ridondanti; specialmente con un tessuto con un po' di sostanza come questo chambray, le maniche arrotolate stanno su da sole.

Cucire Bruyère è stato particolarmente divertente e soddisfacente. Non si tratta di un processo difficile (anche se lo sconsiglierei a una principiante assoluta), ma richiede un po' di pazienza e di precisione, una sfida ben accetta da chi ha un po' di esperienza. E se vi piacciono le rifiniture pulite, potete usare cuciture all'inglese praticamente ovunque come ho fatto io, e dimenticarvi della taglia cuci o dell'orrido zig zag.

Ovviamente non ho saputo resistere alla tentazione di provare a trasformare questo modello in un abito camicia, perciò sarà il prossimo progetto finito che vedrete da queste parti (spero presto!).

Invece, se volete vedere i modelli Deer and Doe in azione, e acquistarli di persona, ottime notizie: troverete sia Eléonore (la creatrice di Deer and Doe) che me a Vicenza, ad Abilmente, dal 16 al 19 ottobre. Saremo nel padiglione 7, nell'atelier Moda fai da te insieme ad altre designer di cartamodelli e blogger (tra cui Silvia di Sewing Princess).
Veniteci a trovare! :D

Bleuet dress with View of the Eiffel Tower

Size: 38-40-44
Alterations: Skipped the sleeves and finished the armholes with bias tape.

Gosh, it feels like I haven't posted a finished project in such a long time!
I've been a little less productive than usual, lately, but still...

Anyways, this cute little dress was finished and photographed in February, but I never got around to blog about it. I didn't like the photos I took then, and I was wearing long sleeves and tights in them, which felt a little out of season, so I just retook them last week.

What can I say about this dress that I haven't said already?
In case you missed them, I made three versions of this dress (1, 2 and 3), and every time I said how much I love this pattern. Heck, it's probably my favorite of all the wide world! Just perfect for me, with the collar, the buttons, and the cute little bow in the back.

This time, I went again with no contrast collar and bow and chose to go will all print. I think a black collar and bow might have been cute, but my initial instinct was to maximize this adorable print. As I wrote above, the fabric I used is the "Vue sur la Tour Eiffel" print by Fifi Mandrac for Atelier Brunette, which I purchased from Supercut
I fell in love with the little Tour Eiffels, benches and French flags of this fabric immediately. They're a perfect reminder of one of my favorite cities, Paris, and of a beautiful trip I took there in 2009. The light grey background is a bit harsh on my skintone (or lack thereof) right now, and it will look so much better as soon as I have a little bit of tan.

But speaking of fabric, Marine of Supercut graciously offered a 10% discount code for my readers on a selection of my favorite fabrics:

1. Cotton printed fabric - 2. Japanese fabric Nancy Wolff "Circus" yellow - 3. Plumetis fabric ecru - 4. Printed fabric moose
5. Echino buck turquoise - 6. Black chambray - 7. Printed fabric birds - 8. Red chambray
9. Vespa corail - 10. Blue silk - 11. Sailor striped ecru/red - 12. Flannel little elephants
Some of them are in limited quantities, so hurry up!
You just need to use the code PAUNNET on a purchase of minimum 35€. The discount is valid through June 18th.
Supercut now also has a sponsorship program (introduce your friends to Supercut and get a 3€ discount) and a loyalty program (more details here). Also, be sure to follow them on Facebook and Instagram to get the latest news and offers.

Happy shopping!

Taglia: 38-40-44
Modifiche: Non ho messo le maniche e ho rifinito il giromanica con lo sbieco.


Cavoli, mi sembra di non aver pubblicato un progetto finito da secoli!
Ultimamente sono stata un po' meno produttiva del solito, ma non così tanto...

Ad ogni modo, questo bell'abitino è stato finito addirittura a febbraio, ma non era ancora riuscito ad arrivare sul blog. Non mi piacevano le foto che avevo fatto allora, e i collant e le maniche lunghe che indossavo, adesso risultano un po' fuori stagione, così ho rifatto tutto la settimana scorsa. 

Cosa posso dire di questo modello che non abbia già detto?
In caso ve le foste perse, ho cucito tre versioni di quest'abito (12 e 3), ed ogni volta ve ne ho decantato le lodi. Adoro questo modello, anzi è proprio il mio preferito di tutto il mondo :)
E' perfetto per me, coi bottoni, il colletto e l'adorabile fiocco sul retro. 

Stavolta ho optato di nuovo per colletto e fiocco non a contrasto. Anche se sarebbero stati carini in tinta unita sul nero, ho deciso di seguire il mio istinto iniziale e di usare al massimo la bellissima fantasia di questo tessuto. Come detto sopra, si tratta di "Vue sur la Tour Eiffel" di Fifi Mandrac per Atelier Brunette, che ho acquistato da Supercut.
Mi sono innamorata subito di questo tessuto: le piccole Tour Eiffel, panchine e bandierine francesi mi riportano alla mente Parigi, una delle mie città preferite, e del bellissimo viaggio fatto proprio lì nel 2009, rendendomi felice tutte le volte che lo indosso. Il grigio chiaro dello sfondo non sta benissimo sul mio pallore cadaverico, ma sarà molto meglio appena avrò un minimo di abbronzatura (che con questo caldo, nemmeno io riuscirò ad evitare).

Ma a proposito di tessuti, Marine, la proprietaria di Supercut, ha generosamente offerto un codice sconto del 10% su una selezione dei miei tessuti preferiti: 

1. Cotone uccelli - 2. Nancy Wolff "Circus" - 3. Plumetis ecru - 4. Tessuto alci
5. Echino buck turchese - 6. Chambray nero - 7. Uccelli Dsquared - 8. Chambray rosso
9. Vespa Corail - 10. Seta blu - 11. Righe ecru/rosso - 12. Flanella elefanti

Alcuni tessuti sono in quantità limitata, perciò sbrigatevi! 
Vi basta usare il codice PAUNNET su un acquisto di almeno 35€. Lo sconto è valido fino al 18 giugno.

Supercut adesso ha anche un programma di segnalazione (presenta un amico e ottieni 3€ di sconto) e un programma fedeltà (leggi qui per i dettagli). Inoltre, seguite la pagina Facebook e Instagram per essere aggiornati su offerte e novità. 

Buono shopping!

Ethnic Centaurée dress

Size: 40 (42 for the skirt)
Alterations: 3cm small back adjustment.
Fabric: a beautiful cotton lawn with an ethic print, purchased locally. Blue polycotton from Minerva Crafts. 

If you guys didn't notice the release of Deer and Doe's latest pattern, the Centaurée dress, you're missing out!
As usual, I was lucky enough to be included in the testing process of this pattern, and, again as usual, it was a delight.
The Centaurée dress was created by Eléonore almost on a whim (as she explains here), the design came together very quickly, and I fell in love with it design immediately.

First of all, I was over the moon about a new Deer and Doe dress, because it's the type of garment I wear most often and enjoy sewing the most. Furthermore, the dress options by Deer and Doe rank between my favorite patterns ever (Bleuet in primis, then Belladone and Sureau).
And once again, I wasn't disappointed!

Starting with the fit: as I mentioned countless times, I'm lucky enough to have exactly the type of body these patterns are designed for, so not only they flatter me, I also need to make very little alterations.
For Centaurée, I cut a size 40 and made a small back alterations, removing 3 cm from the back bodice. Actually that's what I did for my muslin, but when I cut my fabric I found it to be a little small, so I had to let out the side seam by exactly 3 cm total... I think it might be because some of the pieces of the bodice weren't cut correctly on grain (I didn't have enough fabric), but I'm not sure. I'll need to look out for that in my next version.

Centaurée is rated as intermediate, but an advanced beginner can tackle it as well. The only difficult aspects of this pattern are fitting the bodice correctly (please, please, PLEASE make a muslin) and sewing the bias tape precisely. The rest is actually really fun and quick to assemble. If the illustrated instructions are not enough for you, or this pattern still scares you a bit, there's a sewalong coming your way very soon! Yay!

I'm really in love with this dress and I want to sew many more, playing with just a print or a completely solid fabric (that's probably enough color blocking for me for a while) and with the strap placement... Maybe a maxy version too?


Taglia: 40 (42 per la gonna)
Modifiche: ridotto il corpino dietro di 3 cm.

Tessuto: Un bellissimo cotone con stampa etnica, acquistato localmente. Misto cotone blu di Minerva Crafts.

Avete visto che oggi è uscito il nuovo modello Deer and Doe? Si tratta dell'abito Centaurée.
Come al solito ho avuto la fortuna di essere una delle tester per questo modello, e come al solito, è stato un processo molto divertente. L'abito Centaurée è stato creato da Eléonore quasi di getto (come spiega qui), è stato realizzato molto velocemente, e io me ne sono innamorata subito.

Innanzitutto ero felicissima che si trattasse di un abito, il tipo di indumento che indosso di più e che mi diverte maggiormente cucire. Inoltre, gli abiti Deer and Doe sono tra i miei modelli preferiti di sempre (Bleuet in primis, poi Belladone e Sureau).
E ancora una volta, non sono stata delusa!

A cominciare dalla vestibilità: come ho già detto un sacco di volte, ho la fortuna di avere il tipo di corporatura per cui questi modelli vengono pensati, perciò non solo mi donano, ma richiedono anche pochissime modifiche. Per Centaurée, ho tagliato una 40 e ho fatto una modifica per la schiena piccola, rimuovendo 3 cm dal centro del corpino dietro. In realtà è quello che ho fatto per la telina, ma dopo aver montato l'abito vero e proprio era un po' troppo stretto; ho allargato le cuciture laterali per un totale di 3 cm... Non so bene perchè sia successa questa cosa, se sia dovuta al fatto che alcuni pezzi del corpino non sono stati tagliati in drittofilo perchè mi mancava la stoffa... Dovrò starci attenta per la mia prossima versione!

Centaurée è classificato a livello intermedio, ma anche una principiante avanzata ce la può fare. Le parti difficili sono ottenere una vestibilità corretta (PER FAVORE fate una telina prima di tagliare il tessuto!) e cucire lo sbieco con precisione. Il resto è divertente e veloce da cucire.
Se le istruzioni illustrate non sono abbastanza o se questo modello vi spaventa ancora un po', c'è un sewalong in arrivo prestissimo! Evviva!

Sono davvero innamorata di quest'abito e voglio cucirne molti altre versioni, probabilmente a tinta unita o completamente stampati (basta color blocking per ora!) e giocando un po' con le bretelline... Magari anche una versione con gonna lunga?

Sureau dress Like a Dandy

Pattern: Sureau dress by Deer and Doe
Size: 40, with alterations
Alterations: I altered this pattern significantly during the sewalong I did in 2012. The look is pretty much the same, but I added a bust dart.
Fabric: a FANTASTIC cotton batiste called "Like a Dandy", designed by Atelier Brunette and purchased from my lovely sponsor Supercut.

When my lovely boyfriend made me the ultimate birthday present, a coupon from Supercut, I went straight for the Atelier Brunette fabrics, over which I had been pining for months.
Now, these fabric are very expensive for my standards (but much like Liberty, SO WORTH every cent), so I knew I wasn't gonna experiment with them, and go with T'n'T patterns instead.

My first pairing was one of my favoritest dress patterns, the Sureau by Deer and Doe, with the extremely cute bows of "Like a Dandy". Perfect marriage much?

At this point, there's not much more I can say about the Sureau dress: I made it three times (1, 2, 3) and even hosted a sewalong with Eléonore to make it (if you want to make one for yourself, there's all the information you'll need).


Oh yes, just because the bows on the dress aren't enough, I'm also wearing a bow in my hair 'cause I'm cheesy that way.
And I was actually thinking of creating a little tutorial for it, because it's a pretty great scrap buster for me. 

Now, a few details of the dress:

... and finally, to answer the question you were about to ask: what's with the cute puppy?
If you follow me on Instagram, you already know (because I'm posting some massive puppy spam over there), but this little bundle of joy is called Dora and she's our new family member. 

When my previous dog passed away in November, she left such a void in my life, that I wanted to go and adopt a new pet immediately. But then my family convinced me to wait until Spring, because we can't keep dogs in the house and a harsh, snowy winter is not a good time to get a pet used to their new home.
In the meantime, a friend of my father told us that he bred his Border Collie, and asked us if we wanted a puppy. I've always had a huge soft spot for Border Collies, so I couldn't say no! I want to stress the fact that this was a gift, though, as I would never spend money to buy a dog, when shelters are full of lovely creatures to adopt. 

Bloopers XD
Dora has been with us for three weeks, and while she can be high maintenance (she wants to play ALL THE TIME. And she bites. A LOT.), I am completely in love with her and looking forward to all the time we'll spend together. I started some basic training with her and I'm so proud of her already.

So I hope you won't mind seeing her popping up on IG from time to time and over here to help me model new projects (and if you do, I'm sorry, but something's wrong with you! She's the cutest puppy ever! :D ).

Taglia: 40, con modifiche
Modifiche: Ho modificato parecchio il modello nel corso del sewalong  fatto nel 2012. L'aspetto del modello è pressoché invariato, ma ho aggiunto una pince al busto.
Tessutouna FANTASTICA batista di cotone chiamata "Like a Dandy", design di Atelier Brunette e acquistata dal mio mitico sponsor Supercut

Quando il mio adorato ragazzo mi ha fatto il perfetto regalo di compleanno, un buono da Supercut, mi sono fiondata sui tessuti Atelier Brunette, sui quali sbavavo già da parecchio.
E visto che questi tessuti sono parecchio costosi per i miei standard (ma come il Liberty, valgono ASSOLUTAMENTE il prezzo), sapevo che non mi sarei buttata su qualcosa di sperimentale, bensì su dei modelli amati e consolidati.

La mia prima accoppiata è stata tra i carinissimi fiocchetti del tessuto "Like a Dandy" e il mio adorato abito Sureau di Deer and Doe. Matrimonio perfetto!

A questo punto, non ho più molto da dire su questo modello. L'ho fatto tre volte (123) e ho persino co-curato con Eléonore un sewalong (in cui ci sono tutte le istruzioni di cui potete aver bisogno se volete provare a farlo).

E ovviamente, poiché non ci sono abbastanza fiocchi sul vestito, ne indosso uno anche nei capelli...
Tra l'altro, stavo pensando di preparare un tutorial su come fare questi fiocchetti, poichè a me piace molto portarli e sono un ottimo modo per eliminare i pezzetti di tessuto residui.
Ora, qualche dettaglio dell'abito:

... e per concludere, la risposta alla domanda che stavate per fare: da dove arriva quell'adorabile cagnolino?

Se mi seguite su Instagram, lo saprete già (perchè sto spammando duro con foto del cane), ma questa ciofolina si chiama Dora ed è il nuovo membro della famiglia.

Quando il mio cane è morto a novembre, ha lasciato un vuoto immenso, tanto che avrei voluto immediatamente adottarne un altro. La mia famiglia mi ha convinto ad aspettare la primavera, perchè non possiamo tenere cani in casa e un inverno freddo e nevoso non è il periodo migliore per abituare un animaletto a una nuova casa.
Nel frattempo, un amico di mio padre ha fatto accoppiare il suo Border Collie e ci ha chiesto se volevamo un cucciolo. Ho sempre adorato questa razza, perciò non ho proprio potuto dire di no! Però, vorrei specificare che si è trattato di un regalo: sono il tipo di persona che non spenderebbe MAI soldi per comprare un cane, quando ci sono canili interi pieni di creaturine adorabili da adottare. 

Bloopers XD
Dora è con noi da tre settimane, e anche se può essere impegnativa da gestire (vuole giocare tanto. SEMPRE. E morde parecchio), io sono già innamoratisima di lei e non vedo l'ora di passare più tempo possibile con lei. Abbiamo iniziato ad addestrarla con qualche comando di base e ne sono già orgogliosissima.

Perciò spero vi farà piacere vederla spuntare ogni tanto su IG e qui sul blog, ad aiutarmi a mostrarvi i miei nuovi progetti!